Copy
La newsletter periodica della SIOT

Comunicazione del Presidente SIOT

Roma, 7 gennaio 2014

Ai Soci SIOT


Illustri Colleghi,
 
Siamo giunti all'inizio del nuovo anno ed è mio dovere ricordarvi quanto il Consiglio Direttivo ha concluso nel corso dell'anno precedente.
 
Il primo obiettivo che mi ero posto al momento dell'insediamento come Presidente era il recupero della nostra dignità professionale e il rispetto di quell'etica basata su principi enunciati oltre 2000 anni or sono da Ippocrate.
Questo richiamo all’etica della nostra professione non era, e non è, facile retorica o ipocrita buonismo.
Tutti sappiamo che la SIOT è una Società ricca di storia e di nobili tradizioni, con il dovere istituzionale di “Promuovere lo studio delle scienze Ortopediche e Traumatologiche, di curare la formazione, di tutelare il prestigio e gli interessi professionali dei propri soci“.
In questa ottica è anche ovvia la responsabilità della SIOT nel diffondere al pubblico informazioni corrette, oneste e valide da un punto di vista scientifico su quanto di nuovo la scienza ortopedica è in grado di offrire ai pazienti.
Analogamente è dovere della SIOT vigilare in modo che non vengano alimentate illusioni e false speranze in quanti soffrono ed hanno bisogno di noi.
E' dovere di ciascuno di noi essere corretto e prudente nelle sue dichiarazioni al pubblico, ed avere il coraggio di rifiutare di essere attore-complice di certe indegne pubblicità.
Per ricordare a tutti la necessità di un comportamento moralmente ineccepibile abbiamo radunato  un gruppo di esperti che hanno elaborato il
codice etico della SIOT: spero sia sempre parte di noi.

I Rapporti con il mondo politico possono essere definiti disarmanti.
Ad oggi questioni come l'atto medico e la clinical governance sono non risolti, nonostante riunioni, proposte e disegni di legge anche recenti, vedi il disegno che porta la firma anche del collega Sen. Saccomanno, presentato nella metà del marzo scorso, sono ignorati. Del resto, è davanti agli occhi di tutti la grande quantità di problemi che la politica deve affrontare, mentre quelli seri, compresi anche la salute dei cittadini e la nostra professione, sono finiti chissà dove.
 
Durante lo scorso anno ci siamo confrontati più volte con Assobiomedica e con AGENAS per vedere di far fronte ai problemi derivanti dalla nuova situazione normativa.
Con
Assobiomedica abbiamo concluso un nuovo accordo per i rapporti tra SIOT ed aziende che penso chiaro e positivo per entrambe le parti.
A questo proposito mi ha fatto molto piacere che il Presidente Rimondi si sia espresso apertamente contro la centralizzazione degli acquisti. Noi chirurghi ortopedici dobbiamo difendere il nostro ruolo di professionisti ai quali spetta la decisione tecnica finale sull'acquisto del materiale. Noi siamo esperti qualificati del settore, responsabili da un punto di vista medico-legale, in caso di fallimento di un device, non certo l'amministrativo più o meno preparato che ha fatto una scelta valutando solo il prezzo di un sistema.
E gli interventi pubblici del Dr. Rimondi sono stati in sintonia con la nostra volontà di ripresa di un ruolo fondamentale nella gestione della struttura ospedaliera.
 
Con
AGENAS abbiamo concluso un accordo, prima Società Scientifica a fianco della Cardiologia, proprio nel senso della valutazione scientifica del materiale protesico legata non al prezzo ma all'equilibrio prezzo-qualità. Anche questo è un risultato che ha visto la SIOT procedere in collaborazione con questa Agenzia, e concludere un accordo di soddisfazione anche per noi ortopedici.
 

Rapporti con le Società Superspecialistiche afferenti alla SIOT. Ho incontrato tutti i presidenti delle 30 società, e in colloqui franchi e diretti abbiamo chiarito molte posizioni. Sono in programma nuove riunioni ai primi di gennaio in modo da sviluppare strategie ed obiettivi comuni. 
 
Ho intervistato personalmente 52 tra
Aziende del nostro settore e farmaceutiche, chiedendo collaborazione nel far cultura. Il quadro generale da parte delle multinazionali è di un diminuito interesse nell'impiego di fondi in Europa in generale e, nello mondo italiano, in particolare.

Stiamo lavorando per un aggiornamento dei
DRG e ringrazio il Dr. Antonio Gigante per il lavoro svolto finora. Il Consiglio Direttivo ha dato mandato al Vice Presidente Rodolfo Capanna ed allo stesso Antonio Gigante di intraprendere un lavoro per ridefinire il quadro dei DRG in Ortopedia e Traumatologia. 
 
Abbiamo sentito e portato avanti una serie di incontri a livello regioni e Istituto Superiore di Sanità perché finalmente esista anche in Italia un
Registro delle protesi. Come sapete, attualmente sono solo 3 le regioni virtuose in questo senso ed è tempo che anche l'Italia si aggiorni. Il registro non deve essere visto come una spada di Damocle sopra le nostre teste, ma come elemento importante di razionalizzazione di almeno una parte del nostro lavoro.
 
Come sapete, dal 01/01/2014, la SIOT, con il supporto della Nuova Ascoti e la collaborazione del broker assicurativo Willis, porrà a vostra disposizione alcuni servizi di protezione sulle tematiche medico-legali e sul rischio assicurativo, con l'obiettivo di assistervi e tutelarvi nella vostra attività lavorativa quotidiana.

Il partner Willis garantirà un
servizio GRATUITO di CONSULENZA ASSICURATIVA e contestualmente sarà in grado di proporre sia polizze per la colpa grave per chi svolge la propria attività professionale come dipendente, sia per chi opera in regime Libero-Professionale, proponendo un ventaglio di soluzioni garantite dalle principali compagnie assicurative italiane (Assicurazioni Generali, UNIPOL, Reale Mutua di Assicurazioni). 

Sarà attivato nelle prossime settimane un
servizio GRATUITO di CONSULENZA LEGALE E MEDICO-LEGALE, cui accedere telefonicamente o tramite il sito SIOT, facendo riferimento all'Avv. Macrì (Tel. 0680691593 - Tutti i lunedì, dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 15,00 alle 19,00).
La SIOT si impegna a garantirvi un iniziale esame della vicenda e una prima valutazione consulenziale della medesima, finalizzata a pianificare le successive attività difensive.

Tutti i soci iscritti alla SIOT e alla Nuova ASCOTI ed in regola con il versamento della quota associativa potranno, inoltre, usufruire di un servizio di
TUTELA LEGALE E MEDICO-LEGALE GRATUITO, gestito dalla Nuova ASCOTI.

L'aggiornamento continuo su tali tematiche sarà curato attraverso newsletter ed una rubrica specifica sul nostro sito, esclusivamente riservate agli associati.
Prossimamente vi invieremo ulteriori comunicazioni, chiedendovi di fornirci i dati sulla vostra situazione assicurativa e sulla sinistrosità pregressa, per realizzare un data base che ci consenta di meglio comprendere e gestire il nostro rischio assicurativo.
In un momento così difficile, per le note controversie nell'ambito della responsabilità medica, SIOT e Nuova ASCOTI sono vicine a tutti voi ed ai vostri problemi offrendo un importantissimo contributo:
aiutateci ad aiutarvi!
 
Più volte con il Fondo Integrativo Medici Ortopedici
ed ASSIDAI, vi abbiamo informato sull'opportunità di aderire a validi Piani Sanitari per la copertura delle spese sanitarie. 
Tutta la documentazione è disponibile sul sito SIOT all’indirizzo
http://www.siot.it/pagine/servizi/ass.html.
 
Abbiamo dovuto alzare
l’età a 72 anni per l’esonero della quota associativa e reintrodurre quella per gli specializzandi in quanto la SIOT offre una quantità di servizi che va ben oltre associativa attualmente pagata.
 

Tutta la documentazione istituzionale SIOT è disponibile sul sito nella sezione DOCUMENTI, nella quale potrete trovare verbali, bilancio, regolamenti protocolli siglati dalla Società, nell’ottica della trasparenza e condivisione.
 

Una volta di più ribadisco l’importanza di iscriversi al nostro braccio sindacale Nuova ASCOTI.
Se vogliamo difenderci dobbiamo essere tanti ed uniti!


Ancora una volta chiedo a tutti di ricordare la scelta fatta al momento di diventare medici, e di praticare ancora la nostra professione come missione sacra nei confronti dei pazienti, che dopo utenti, dopo clienti sono finalmente tornati ad essere chiamati pazienti, che si rivolgono a noi con fiducia e speranza.
 
Il Presidente SIOT
Paolo Cherubino  








Copyright © 2014 SIOT Tutti i diritti riservati.
Questa comunicazione è riservata ai Soci della SIOT
SIOT- Via Nicola Martelli, 3 - 00197 Roma - Italy