Copy
La e-news di ottobre 2016                                                                 Gli ultimi bandi della Regione

Borse di Studio al 100% degli idonei

Novembre 2016
Procedono i lavori sulla legge di assestamento di Bilancio, all’interno della quale siamo riusciti ad inserire alcune novità importanti grazie agli emendamenti del gruppo PD e della maggioranza. Nello specifico due sono quelle più interessanti: siamo riusciti, contrariamente alle difficoltà iniziali, a trovare 4.550.000 € con cui contiamo di riuscire a garantire una copertura totale delle richieste di borsa di studio universitaria anche per l’anno 2016/17; abbiamo inoltre destinato 1,2 milioni di risorse aggiuntive al settore della cultura con particolare attenzione alle piccole realtà locali, alle biblioteche, al teatro e 1,5 milioni alle scuole materne.

Sanità: fuori dal piano di rientro

Una delle più pesanti eredità lasciateci dall’amministrazione leghista che ci ha preceduti è stata senza dubbio la situazione di grave indebitamento del settore sanitario piemontese. Tuttavia, grazie ad un grande lavoro dell’amministrazione a guida Partito Democratico e del Governo in carica, è stata raggiunta un’importante intesa che ci ha consentito di uscire dal piano di rientro. Secondo quanto stabilito da tale accordo, i pagamenti ai fornitori della sanità verranno portati a 60 giorni, in linea con le richieste europee, e  il miliardo e mezzo di euro a cui attualmente ammonta il debito della Regione Piemonte verrà pagato in tre diverse tranche. La possibilità di dilazionare il pagamento consentirà alla Regione di ottemperare ai suoi doveri ma, allo stesso tempo, di superare il blocco imposto dal Piano di rientro, tornando quindi a disporre totalmente della gestione e delle risorse per gli investimenti del settore sanitario. Questo permetterà di intraprendere azioni immediate e concrete, tra cui il completamento delle strutture di Verduno e Nizza Monferrato e la possibilità di tornare ad assumere personale e di caricare spese socio sanitarie (gli extra lea) sui fondi della sanità.

Referendum Costituzionale: #bastaunsì

Manca sempre meno al 4 dicembre, il giorno del voto per il Referendum Costituzionale che chiamerà gli italiani alle urne per tutta la giornata, dalle 7 alle 23. La campagna referendaria nazionale è stata lunga ed agguerrita e ci ha visto tutti in prima linea: ho partecipato a moltissimi incontri e, vada come vada, ho molto apprezzato la grande partecipazione e voglia di approfondire (ben lontana dal clima becero dei social e della tv).
In questi ultimi giorni di campagna è fondamentale il contributo che tutti noi possiamo dare parlando con amici, parenti, vicini di casa e conoscenti per spiegare le ragioni del Sì al Referendum costituzionale e per smentire le tante false notizie che circolano dappertutto. Sul sito Basta un Sì troverete articoli, video e aggiornamenti in tempo reale mentre sul mio sito alcuni degli articoli che ho trovato più interessanti, specie sui vecchi programmi del centrosinistra, sulle bufale che girano e sul nuovo procedimento legislativo.
Se sei fuori sede e non riesci a tornare a casa per votare, puoi iscriverti come rappresentante di lista e votare nel comune dove risiedi (seguendo alcune semplici istruzioni: iscriverti al form presente a questo link e per sicurezza inviare una mail, con i dati che ti vengono richiesti nel form, a rappresentanti@bastaunsi.it). Non perdiamo quest’occasione per creare un’Italia nuova e più forte, #bastaunsì.

Misure straordinarie per Rivarolo

Il Ministero per lo Sviluppo Economico ha messo a disposizione 20 milioni di euro per il rilancio del tessuto industriale e occupazionale delle aree maggiormente colpite dalla crisi. La Regione Piemonte ha quindi potuto decidere a quali zone destinarli e, fra le otto scelte, è stata inserita anche la zona del canavese, e nello specifico di Rivarolo. Grazie a questo stanziamento le aziende potranno finanziare progetti di ricerca, di innovazione, di miglioramento del ciclo produttivo, di efficientamento energetico e progetti per la riqualificazione di aree dismesse, incentivi all’occupazione e politiche attive del lavoro. Un nuovo risultato importante per il canavese, sopo la firma del protocollo sulla Zona a Burocrazia Zero.
Condividi la e-news
Tweet
Inoltra questa e-news
Copyright © 2016 Daniele Valle, All rights reserved.
Informazioni sull'attività del Consiglio Regionale del Piemonte

Contatti:
via Arsenale, 14 - 10121 Torino
tel. 011.5757550 - fax 011.5757255

Want to change how you receive these emails?
You can update your preferences or unsubscribe from this list

Se hai un amico che vuole ricevere le Enews, digli che può inviare un messaggio a d.valle@fastwebnet.it con oggetto "ISCRIZIONE ENEWS" oppure inviagli questo link.

Email Marketing Powered by Mailchimp