Copy
Leggi la newsletter di settembre 2015!


Solo a piedi alla Sacra di S. Michele?


Il 29 settembre ho presentato un'interrogazione urgente sull’interruzione del servizio di navetta turistica che ha collegato, solo fino a metà luglio, Avigliana con la Sacra di San Michele. Il bando per questi servizi è partito tardi e il Comune non aveva le forze di mantenere il servizio nell’incertezza delle risorse. L’impegno della Giunta è ad anticipare il bando per l’anno prossimo: il turismo si sostiene anche con servizi di mobilità all’altezza. E' sconfortante pensare che il monumento simbolo della nostra regione sia raggiungibile solo con mezzi privati.
In Consiglio Regionale ho anche chiesto chiarimenti sulla chiusura della libreria CELID di Palazzo Nuovo. Il punto vendita di Palazzo Nuovo ha provocato un danno tale da portare la cooperativa ad avviare le procedure per la messa in liquidazione, portando ad una perdita di dodici posti di lavoro, senza considerare l’indotto derivante dall’attività di editoria, con oltre 40 nuove pubblicazioni l’anno.
Il Consiglio ha infine approvato anche un Ordine del Giorno, che ho presentato come primo firmatario, per la progettazione e realizzazione della fermata San Paolo del Servizio Ferroviario Metropolitano, nodo di scambio tra le linee 3 e 5 e servizio importante per la zona di parco Ruffini.

Fiera del Libro e falò delle vanità


Il cambio della guardia alla guida della Fondazione per il Libro, che ogni anno organizza il Salone del libro, Portici di carta e tanto altro, ha creato scossoni facilmente prevedibili, se si considera che il presidente Picchioni guidava l’organizzazione da 16 anni. Tuttavia molto di quello che in questi giorni abbiamo letto sui giornali era evitabile. Si poteva evitare la rinuncia della direttrice incaricata, Giulia Cogoli, già direttrice del Festival della Mente di Sarzana. Si potevan evitare le polemiche sui numeri degli ingressi, differenze numeriche dovute a come si considerava una tipologia piuttosto che l’altra. Era possibile affrontare diversamente la questione bilanci, sofferenti per i ritardi dei trasferimenti e per gli oneri dell’affitto del Lingotto (guarda caso un problema anche per il Salone del Gusto).
Ho affidato a un’intervista alcune considerazioni; per il resto molto altro, specie retroscena, potete trovarli su questo blog.
Divergenze personali e antiche ripicche stanno mettendo a repentaglio uno dei patrimoni della nostra Città, una delle poche vetrine nazionali e internazionali per Torino.
Penso che quest’anno, in un modo o nell’altro, lo porteremo a casa, sull’onda lunga del passato. Ma è già tempo ora di individuare un nuovo progetto e nuovi responsabili che si possan fare carico del Salone per gli anni a venire, proseguendo sulla strada dell’integrazione tra Salone e Circolo dei Lettori e mettendo da parte invidie e rancori dannosi quanto piccini. Torneremo ad occuparcene anche nella sesta commissione, così come prima dell’estate avevamo fatto sui bilanci audendo gli amministratori e i revisori dei conti, e ve ne darò conto.
 


Bottega teatrale - Officine Folk


La Fondazione Piemonte dal Vivo ha ideato e promosso l'iniziativa "Adotta una Compagnia" che si ripromette di aprire stabilmente nei Comuni aderenti una Bottega d'Arte costituita da gruppi teatrali, coreutici, musicali o comunque impegnati in campo culturale. La Circoscrizione 3 della Città di Torino ha aderito all'iniziativa, promossa dalla Fondazione Piemonte dal Vivo ed ha permesso quindi la costituzione di una Bottega d'Arte con sede presso le Officine Folk, negli ex Bagni  pubblici di via Luserna, affidandone la gestione all'Associazione Piemonte Cultura in consorzio per l'attività teatrale con la compagnia teatrale La Barca dei Soli e l'Associazione Culturale Teatro e Società. La presentazione del progetto alla stampa sarà il 28 ottobre alle 10.30 in via Luserna di Rorà 8 a Torino.
 

Spazio d'angolo

Nell'ambito del progetto "Spazio d'angolo", che ha permesso al Gruppo Arco di ristrutturare un basso fabbricato di proprietà dei Fratelli delle Scuole Cristiane, è stato attivato un servizio di distribuzione pasti destinato a persone senza dimora. Tale servizio, completamente gratuito, è gestito dalla Caritas, dall'Associazione A.M.M.P. e dallo stesso Gruppo Arco, ed è operativo grazie alla partecipazione di gruppi di volontari,  tutti i giorni dell'anno, compreso le domeniche ed i festivi, dalle ore 17 alle ore 19.

 

Puoi seguirmi su www.danielevalle.it e su Twitter e Facebook      Scrivimi a:  d.valle@fastwebnet.it  

unsubscribe from this list    update subscription preferences 

Email Marketing Powered by Mailchimp