Copy
La newsletter periodica della SIOT
testata_siot_informa.jpg
Protesi ortopediche: la soluzione del Sistema dinamico
Protesi ortopediche: la soluzione del Sistema dinamico

Nasce con la collaborazione di SIOT uno strumento pratico a supporto delle strutture sanitare pubbliche.
Grazie al Sistema dinamico di acquisizione Endoprotesi ortopediche e sistemi di osteosintesi, è possibile gestire in autonomia gare sopra soglia per la fornitura di artroprotesi di anca, ginocchio, spalla, altre articolazioni e di sistemi di osteosintesi, per un valore complessivo di 600 milioni di euro nell’arco di quattro anni.

Già oggi, sono stati ammessi sul Sistema più di quaranta fornitori e, all’interno del Bando istitutivo, sono state implementate le schede tecniche relative alle “Protesi d’anca”, categoria merceologica individuata dal DPCM del 24 dicembre 2015 per cui è obbligatorio il ricorso a Consip o agli altri soggetti aggregatori per lo svolgimento delle procedure di acquisizione. A seguire saranno inserite le altre tipologie di endoprotesi ortopediche.
L’iniziativa

Il Sistema dinamico per la fornitura di protesi ortopediche e sistemi di osteosintesi è strutturato nelle cinque categorie merceologiche, relative alle protesi di anca, protesi di ginocchio, protesi della spalla, protesi per altre articolazioni - come dita, polso, caviglia, gomito – e sistemi di osteosintesi (ancorette tendineo-legamentose, cambre, chiodi endomidollari, fissatori esterni, placche, viti).

In questa prima fase, l’ammissione delle imprese è aperta per tutte le categorie del bando, mentre le stazioni appaltanti possono indire Appalti specifici sulla sola categoria delle protesi di anca. Le altre categorie merceologiche del bando saranno attivate, per gli appalti specifici delle Amministrazioni, in fasi successive.

La categoria merceologica Protesi di anca comprende i dispositivi medici utilizzati negli interventi di sostituzione protesica dell’articolazione coxo-femorale (anca). Tale procedura chirurgica offre al paziente la possibilità di recuperare la funzionalità articolare, compromessa da gravi patologie invalidanti, degenerative o traumatiche, e di risolvere la sintomatologia dolorosa connessa. Ogni sistema protesico è costituito dalla variabile combinazione di più elementi che sostituiscono la componente acetabolare e femorale dell’articolazione. All’interno della categoria merceologica si individuano, pertanto, più classi di dispositivi (steli, teste, inserti, cotili, etc.) che, a loro volta, possono differenziarsi sulla base di peculiarità tecniche che ne determinano le caratteristiche funzionali distintive.
Le varie tipologie di prodotti negoziabili sono organizzate in schede tecniche che permettono alle strutture sanitarie pubbliche la predisposizione di Appalti specifici suddivisi in lotti per “impianto tipo”. In particolare, è possibile mettere a gara lotti di protesi di anca per impianto primario totale, parziale e di rivestimento, protesi di anca per impianto di revisione, protesi d’anca per impianto di grandi resezioni. Le schede tecniche possono poi essere compilate e personalizzate dalle stazioni appaltanti tante volte quanti sono i lotti - e quindi gli “impianti tipo” - necessari a coprire le proprie esigenze di approvvigionamento.

Per ciascuna tipologia è, inoltre, possibile compilare e associare le schede relative allo strumentario chirurgico dedicato e all’assistenza tecnica specialistica in sala operatoria, a cui saranno associate basi d’asta differenti. I costi dello strumentario e dell’assistenza tecnica specialistica saranno cioè scorporati dal costo della singola protesi.

Lo “strumentario dedicato” è trasversale a tutte le tipologie di impianti: è un insieme di strumenti e utensili indispensabile per compiere le diverse fasi dell’intervento chirurgico e permette all’equipe medica lo svolgimento delle varie azioni necessarie al corretto impianto della protesi.

Continua a leggere 
La collaborazione con SIOT

L’impostazione tecnica definita nell’ambito del Sistema dinamico Endoprotesi è il frutto della proficua collaborazione tra Consip e la SIOT - Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia.

Le protesi d’anca, e le relative componenti, sono state classificate a partire dalla CND (Classificazione Nazionale dei Dispositivi Medici) e, per la loro descrizione, è stata presa come riferimento la tassonomia messa a punto dal Consorzio Internazionale dei Registri protesici, un’iniziativa della statunitense FDA (Food and Drug Administration), e acquisita dal Registro Italiano Artroprotesi (RIAP) nell’ambito di una collaborazione internazionale.

Alla definizione delle schede tecniche ha, infatti, collaborato anche l’Istituto Superiore di Sanità che ha maturato una significativa esperienza nell’ambito del progetto RIAP.

Grazie a queste preziose collaborazioni, sono stati, inoltre, introdotti alcuni dei criteri migliorativi che le stazioni appaltanti potranno associare a ciascun “impianto tipo”.

Tali criteri garantiranno la più efficiente alimentazione della base dati del RIAP, faciliteranno la tracciabilità dei dispositivi medici e consentiranno la valutazione dell’efficacia dei medesimi sulla scorta dei dati forniti dagli studi clinici.

 
Il Sistema dinamico di acquisizione

Ma che cosa è il Sistema dinamico di acquisizione? Si tratta di uno strumento altamente innovativo che consente a tutte le Pubbliche Amministrazioni di negoziare gare, in modalità totalmente telematica, invitando tutte le imprese qualificate che possono richiedere l’ammissione al Sistema durante l’intero arco temporale di validità del bando.

Si presta particolarmente alle negoziazioni con un elevato numero di differenti tipologie di prodotti, in mercati caratterizzati dalla presenza di molti operatori economici. In tali contesti, l’utilizzo del Sistema dinamico massimizza la sua efficacia, consentendo significativi risparmi economici e di processo per stazioni appaltanti e imprese. L’impiego della piattaforma telematica, realizzata da Consip per conto del Ministero dell’Economia e delle Finanze, consente una standardizzazione delle procedure e della documentazione di gara, una semplificazione delle modalità di partecipazione per le imprese e della valutazione delle offerte per le Stazioni Appaltanti.

Come funziona concretamente? Tutte le imprese candidate che soddisfino i criteri di selezione previsti nei Bandi istitutivi sono ammesse al Sistema e tutti i partecipanti ammessi sono invitati a presentare la propria offerta per ogni Appalto specifico pubblicato dalle P.A.. Per l’aggiudicazione, le Amministrazioni devono seguire le norme della procedura ristretta.

Si tratta, quindi, di una procedura bifasica. In una prima fase, Consip pubblica un Bando istitutivo per una o più categorie merceologiche a cui i fornitori possono richiedere l’ammissione. Nella seconda fase, le Amministrazioni, nel rispetto di quanto stabilito nel Bando istitutivo, definiscono i quantitativi, il valore e le caratteristiche specifiche dell’appalto e invitano tutti i partecipanti ammessi a presentare un’offerta.

Il Sistema dinamico consente, in definitiva, alle Amministrazioni di gestire il processo di gara in maniera completamente informatizzata, garantendo trasparenza e concorrenzialità della procedura, anche grazie all’entrata continua di nuovi fornitori. Consente, inoltre, un’ampia flessibilità nel soddisfare esigenze specifiche delle Amministrazioni e la riduzione dei tempi di svolgimento della procedura e arricchisce, quindi, il quadro degli strumenti d’acquisto Consip utilizzabili dalle P.A. in un’ottica di maggiore flessibilità rispetto alle Convenzioni, al Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione e all’Accordo quadro.
I passi da seguire

Cosa fare concretamente per utilizzare il Sistema dinamico per la fornitura di protesi d’anca?

È sicuramente necessario leggere la documentazione del Bando istitutivo e organizzare una raccolta dei fabbisogni sulla base della struttura dei prodotti negoziabili. Il passo successivo è quello della personalizzazione della documentazione relativa all’Appalto specifico.

È poi necessario avviare, effettuando il login con utenza e password sul Portale Acquisti in Rete, la predisposizione dell’Appalto specifico, impostando a sistema le schede tecniche dei prodotti selezionati e definendone le caratteristiche e l’attribuzione dei punteggi.

Dopo aver seguito tutti i passaggi della procedura guidata, sarà possibile invitare le imprese già ammesse da Consip al Bando istitutivo che saranno poi valutate sulla base del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa.

 
Per maggiori informazioni è possibile consultare il Portale www.acquistinretepa.it
o scrivere a supporto.strumenti.innovativi@consip.it
upcoming_riga_footer.gif
Copyright © 2017 SIOT Tutti i diritti riservati.
Questa comunicazione è riservata ai Soci della SIOT
SIOT- Via Nicola Martelli, 3 - 00197 Roma - Italy







This email was sent to <<Indirizzo e-mail>>
why did I get this?    unsubscribe from this list    update subscription preferences
SIOT · Via Nicola Martelli, 3 · Roma, RM 00197 · Italy